Seguici su

Cultura

Fondazione Friuli, pubblicato il bando restauri. A disposizione ci sono 600 mila euro

La scorsa edizione del bando 2019 ha consentito il finanziamento di 37 progetti

Pubblicato

on

UDINE – La Fondazione Friuli, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, avvia la terza edizione del Bando Restauro, stanziando 600.000 euro a favore di Istituzioni o enti pubblici, Fondazioni, Associazioni, enti religiosi (comprese le Parrocchie) che intendano portare avanti progetti di restauro e valorizzazione di beni mobili e immobili di particolare rilevanza storico-artistica, nonché interventi edilizi di recupero di strutture destinati a centri di aggregazione, sia per giovani che per anziani.

Si tratta del terzo dei tre bandi previsti per l’anno 2020 dopo il Bando Welfare, presentato lo scorso 16 gennaio presso la sede della Fondazione, e dopo il Bando Istruzione, il 13 febbraio scorso presso Palazzo Antonini-Maseri in Via Gemona. Nel complesso i tre bandi hanno messo a disposizione del territorio 1,8 milioni di euro.
Anche per il Bando restauro la Fondazione ha messo in campo una forte sinergia e coordinamento, oltre che con Intesa Sanpaolo, banca fortemente radicata sul territorio, con la Regione (Assessore Tiziana Gibelli) e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio FVG (Simonetta Bonomi), non solo allo scopo di stimolare e raccogliere le istanze del territorio, ma anche per coordinare gli interventi, evitando così sovrapposizioni e dispersione di fondi.

Il bando intende porre in atto meccanismi premianti per tutti quei soggetti che hanno una responsabilità di tutela e valorizzazione nei confronti dei beni storici e artistici che le comunità considerano una loro eredità, che come tale merita di essere preservata e tramandata alle future generazioni.
L’importanza che la Fondazione annette al patrimonio di comunità è dimostrata dal fatto che nei circa vent’anni intercorsi fra il 1992 e il 2019 la Fondazione Friuli ha finanziato il restauro di oltre ottanta sculture lignee poste in sessanta località diverse del territorio regionale; ha contribuito a circa quaranta interventi di recupero architettonico tra facciate e edifici sacri del territorio, alla sistemazione di circa settanta altari lapidei e al ripristino di più di ottanta cicli di affreschi e altrettanti fra dipinti e pale d’altare. Inoltre ha sostenuto il restauro di una quarantina di organi e altrettanti cori e arredi sacri contribuendo a rendere fruibile il patrimonio di pievi e chiesette sparse tra la pianura, la collina e le montagne friulane.

La scorsa edizione del bando 2019 ha consentito il finanziamento di 37 progetti, con protagonisti diversi Comuni, Enti pubblici e Parrocchie, con significativi interventi rivolti al recupero di centri di aggregazione. E’ consentito presentare una sola richiesta nell’ambito di una delle due tipologie di progetti previste.
Il bando è consultabile e scaricabile dal sito della Fondazione www.fondazionefriuli.it, mentre la domanda dovrà essere presentata, improrogabilmente entro il 20 aprile 2020, esclusivamente compilando l’apposito modulo ROL presente sul sito stesso.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie