Seguici su

Gorizia

Il Patto per l’Autonomia chiede il rinvio del referendum costituzionale

Per gli autonomisti sarebbe a rischio il diritto all’informazione di elettrici ed elettori

Pubblicato

on

UDINE – Il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari fissato per il 29 marzo dovrebbe essere rinviato. Lo chiede il Patto per l’Autonomia sottolineando come le determinazioni assunte dalle autorità, che hanno sospeso manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, in luogo pubblico o privato, per contrastare l’emergenza epidemiologica da coronavirus, mettono a rischio il diritto all’informazione di una parte rilevante del corpo elettorale. «È evidente che la regolarità del voto si fonda anche sulla regolarità della campagna elettorale, di fatto già compromessa», afferma il presidente del partito, Markus Maurmair.

Alla luce della situazione che impone misure straordinarie per tutelare la salute pubblica, il Patto per l’Autonomia – che aveva già espresso la sua posizione per il No al prossimo referendum – invita, dunque, il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, a sostenere presso il Governo l’opportunità di un rinvio della consultazione referendaria.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Facebook

informazioni pubblicitarie