Seguici su

Basket

L’OWW ‘seppellisce’ Piacenza: al PalaBanca finisce 77 a 56

Sabato arriverà al Carnera la squadra di San Severo degli ex Spanghero, Mortellaro e coach Lino Lardo

Pubblicato

on

UDINE – L’Old Wild West cancella subito il passo falso compiuto domenica scorsa con Mantova sbancando il PalaBanca di Piacenza per 77 a 56. Una vittoria netta e indiscutibile quella friulana, nonostante un inizio difficile in cui l’Assigeco, versione Lakers (6/8 da tre), infilava 28 punti nei primi 10′ di gioco. I padroni di casa, alla quarta sconfitta consecutiva e con l’udinese Martelossi all’esordio in panchina, hanno, però, ceduto ben presto il passo agli ospiti che, dopo il primo vantaggio conquistato nel secondo quarto a seguito di una tripla di Cromer (30-32), sono rimasti ininterrottamente in vantaggio fino alla fine del match.

E dire che le prospettive iniziali non erano delle più rosee. Recuperato finalmente Gazzotti dopo l’infortunio, coach Romagli non poteva contare su capitan Antonutti, rimasto a sedere in panca per tutto l’incontro. Con una rotazione ancora una volta ridotta a soli otto uomini, i bianconeri sono stati bravi a rimanere in scia a Piacenza dopo l’ottimo inizio dei padroni di casa ed hanno definitivamente invertito l’inerzia del match nella seconda frazione di gioco, condotti da un Cromer quasi impeccabile (5/6 da due 4/6 da tre punti).

Coach Ramagli, nel corso del match, ha fatto di necessità virtù, utilizzando anche quintetti atipici. C’è stata così la possibilità di vedere Beverly e Zilli in campo contemporaneamente (soluzione paventata già in ritiro a Gemona del Friuli, ma mai finora concretizzatasi), così come l’utilizzo del doppio playmaker in campo Penna – Amato. In difesa il pericolo Ferguson è stato limitato dalla coppia Penna-Nobile, mentre l’altro americano di Piacenza, il nervoso Hall, è stato ben contenuto dai lunghi friulani ed è di fatto uscito presto dal match.

In attacco, diretti sapientemente da Penna ed Amato (7 assist per l’ex Verona!!), i friulani hanno avuto un buon impatto sotto le plance (39-27 per i friulani la lotta a rimbalzo) e tirato con buona precisione nel tiro dalla distanza (11/24), ricacciando indietro ogni timido tentativo di rimonta degli avversari.

E sabato, spazio per l’amarcord: arriverà al Carnera la squadra di San Severo degli ex Spanghero, Mortellaro e coach Lino Lardo.

UCC Assigeco Piacenza – Apu Old Wild West Udine 56-77 (28-25, 39-45, 47-59)
UCC Assigeco Piacenza: Jazzmarr Ferguson 15 (3/5, 3/7), Mike Hall 10 (1/2, 2/8), Marco Santiangeli 10 (0/5, 1/8), Lorenzo Molinaro 8 (4/5, 0/0), Matteo Piccoli 7 (2/3, 1/4), Giovanni Gasparin 6 (0/3, 2/2), Marco Ammannato 0 (0/1, 0/0), Francesco ikechukwu Ihedioha 0 (0/1, 0/0), Eugenio Rota 0 (0/0, 0/1), Fabio Montanari n.e., Massimiliano Ferraro 0 n.e., Stipe Jelic n.e.. All. Martelossi.
Tiri liberi: 9 / 14 – Rimbalzi: 26 5 + 21 (Mike Hall 8) – Assist: 14 (Jazzmarr Ferguson, Mike Hall, Giovanni Gasparin 3)
Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 23 (5/7, 4/6), Andrea Amato 15 (3/4, 3/6), Gerald Beverly 11 (4/6, 0/1), Giacomo Zilli 8 (3/6, 0/0), Vittorio Nobile 7 (0/1, 2/3), Arturs Strautins 6 (1/1, 1/3), Giulio Gazzotti 4 (2/4, 0/2), Lorenzo Penna 3 (0/3, 1/3), Daniel Ohenhen osasenaga n.e., Michele Antonutti n.e.. All. Ramagli.
Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Gerald Beverly 10) – Assist: 15 (Andrea Amato 7)

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Facebook

informazioni pubblicitarie