Seguici su

Cronaca

Avevano sradicato il bancomat di BancaTer: arrestati due rom

L’indagine è stata portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Palmanova e dalla Squadra mobile della Questura di Udine.

Pubblicato

on

CERVIGNANO DEL FRIULI – Due persone di etnia rom (G.P. e D.M.) sono finite in carcere, a Udine, al termine di un’indagine portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Palmanova e dalla Squadra mobile della Questura di Udine.

Tutto nasce dal tentato furto di apparecchiature videopoker la sera del 28 aprile 2019 alla stazione di servizio Q8 sulla strada regionale 352, a Cervignano del Friuli. In quell’occasione, quattro malfattori travisati, servendosi di una potente Bmw X4 oggetto di furto, tentavano di sradicare le apparecchiature da gioco installate all’interno del bar dell’area di servizio. Il tentativo, però, falliva poiché le apparecchiature erano saldamente fissate alla struttura muraria. A quel punto i malviventi si davano a precipitosa fuga e due giorni dopo l’autovettura impiegata per l’azione criminosa veniva trovata bruciata in San Floriano del Collio, poco lontano dal confine di stato.

Le evidenze emerse in occasione di quel tentativo di furto hanno permesso di appurare che l’autovettura Bmw impiegata dai malfattori era identica quella che all’inizio di aprile era stata utilizzata per un tentato furto allo sportello bancomat della filiale della BancaTer di Udine, nei pressi del centro commerciale “Terminal Nord”. In quell’occasione, il manipolo criminale era entrato in azione con una macchina operatrice agricola e con un autocarro pick-up che erano stati rubati a Povoletto e a Udine.

La condivisione degli elementi investigativi raccolti in occasione dei due episodi ha permesso di concentrare l’attenzione su alcuni soggetti di etnia nomade residenti a Udine, già noti alle forze dell’ordine. Di fatto, l’approfondimento della pista investigativa delineatasi ha consentito, attraverso l’inferenza e il vaglio del materiale raccolto, di eseguire delle perquisizioni che, condotte nei confronti dei sospettati, hanno dato esito positivo poiché alcuni dei soggetti sono stati trovati in possesso di tracce che li ricollegavano inevitabilmente agli eventi criminosi considerati.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie