Seguici su

Sport

Grande esordio per i ginnasti dell’Asu

Seconde, a Fabriano, le farfalle della ritmica impegnate nel campionato di massima serie. Sesti i ragazzi della Gam, a Firenze, dove si sono svolte le gare di A2

Pubblicato

on

UDINE – Grande esordio per i ginnasti dell’Associazione Sportiva Udinese, impegnati, negli scorsi giorni, nelle prime prove di campionato: seconde, a Fabriano, le farfalle della ritmica impegnate nel campionato di massima serie. Sesti i ragazzi della Gam, a Firenze, dove si sono svolte le gare di A2.

RITMICA – Le ragazze allenate da Spela Dragas e Magda Pigano, con il supporto di Carlotta Longo e della coreografa Laura Miotti, sono state una «grande sorpresa», come riportato dalla stessa Dragas che ha sottolineato: «Le ragazze in pedana hanno superato ogni aspettativa. Eravamo gli unici senza il prestito straniero (componente particolarmente gravosa in ogni gara, ma non in questa), il programma era nuovo, così come la squadra e le regole. Nessuno puntava su di noi e invece le Alex, Isabelle e Tara sono scese in pedana agguerrite» arrivando seconde dopo le padrone di casa della Faber Ginnastica Fabriano. Diversi i record delle bianconere. Tara Dragas ha raggiunto un suo personal best (17.850) nella fune, attrezzo nel quale i punteggi sono particolarmente bassi. Bene anche le clavette, dove nonostante qualche imprecisione e un errore, ha superato il 18 punti. Alexandra Agiurgiuculese (personal best, prima in assoluto, al cerchio, con 23.650) è arrivata prima nella somma dei punteggi di gara (con 44.450), quarta Dragas. Miglior punteggio personale anche per Isabelle Tavano alla palla (17.350), al suo esordio assoluto in serie A: «Ha superato le sue paure iniziali – più che giustificate – e ha affrontato la pedana con coraggio, arrivando quinta alla palla. Con il suo punteggio ha contribuito al buon andamento del match», ha sottolineato la tecnica dell’Asu. Soddisfatto anche il direttore generale di Asu, Nicola Di Benedetto, che si trovava a Fabriano: «Mi ha colpito molto la maturità con cui le nostre ragazze hanno approcciato questa gara. In particolare Tara, e ancor di più Isabelle, nuova nel campionato di massima serie, sono scese in pedana tranquille e determinate a fare bene. I risultati parlano da soli. Il livello qualitativo della squadra è alto e di questo non posso che ringraziare le allenatrici e Laura Miotti il cui lavoro dà un apporto sempre di più importante».

GAM – Bene anche gli atleti della ginnastica artistica maschile che in Toscana sono saliti per la prima volta sulla pedana della serie A2 (dopo la promozione dalla B nel 2019). È stato un avvio di campionato con il con alcuni errori, in particolare con la parallela. Ma nel complesso, come hanno ricordato Valerij Sosnin e Francesco Braidot che allenano la squadra: «la prova è andata avanti in maniera regolare, con buoni punteggi». Tanto che Umberto Meroni, vicepresidente di Asu, presente in campo gara, ha commentato entusiasta la prestazione: «Questi ragazzi non finiscono di stupire. Anche se neopromossi, si sono dati da soli l’obiettivo di raggiungere la fase finale del campionato di A2 e, continuando così, lo centreranno sicuramente. Il prestito straniero, Robert Tvorogal, è sicuramente di alto livello e ha dimostrato tutto il suo valore. Le capacità, assieme alla determinazione, possono fare grandi cose. Complimenti a tutto il team». Sicuramente i bianconeri con la prossima prova il 22 febbraio, ad Ancona, sapranno a cosa puntare per fare sempre meglio.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *