Seguici su

Sport

Lukaku affossa l’Udinese: al Friuli l’Inter vince per 2 a 0

Il prossimo incontro è in programma per le 15 di domenica allo stadio Rigamonti di Brescia

Pubblicato

on

UDINE – È finita 0-2 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Inter, valida per la 22^ giornata di Serie A Tim. Fatta eccezione per Ekong, sostituito da De Maio, Gotti non stravolge la squadra e conferma lo stesso undici visto a Parma.
Al 7’ la prima occasione del match è per l’Inter. È Eriksen a tentare la conclusione da poco fuori l’area di rigore ma Musso è attento e blocca la sfera. Al 10’ ci prova De Paul con una bordata dalla distanza al concludersi di un’azione ben manovrata dall’Udinese, Padelli smanaccia in corner. Al 16’ grande ripartenza bianconera con Okaka che imbocca bene De Paul lanciato sulla fascia. L’argentino si accentra e scarica per Fofana appostato al limite dell’area, il controllo è impreciso e la conclusione gonfia l’esterno della rete. Al 19’ occasione per Vecino che da una manciata di metri non centra lo specchio della porta e spedisce sul fondo il pallone servito da Moses. Al 28’ Fofana cerca di sorprendere Padelli con un tiro ad effetto da fuori area. Il numero uno nerazzurro si distende e spedisce in calcio d’angolo. Al 34’ il tentativo è di Esposito che calcia al volo un pallone vagante sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La conclusione è imprecisa e termina alta sopra la traversa. Al 38’ grande occasione per l’Udinese con Stryger Larsen. Il danese raccoglie il pallone respinto da Padelli sul cross di Sema e conclude a botta sicura, sulla traiettoria però c’è Young che fa muro e scongiura il gol.
Nella ripresa al 47’ doppia occasione per l’Inter con Young prima e con Esposito poi. Musso c’è e sventa la minaccia con un duplice intervento. Al 58’ Sema serve Lasagna nel cuore dell’area di rigore, il capitano è spalle alla porta e prova la girata. La conclusione termina alta. Al 62’ ci prova il neo entrato Sanchez. Serie di finte al limite dell’area e conclusione verso la porta di Musso, il tiro è sporcato e termina comodamente tra e braccia del portiere. Al 64’ arriva il gol del vantaggio ospite. È Lukaku a trafiggere Musso con un tiro di sinistro che prima passa sotto le gambe di Nuytinck e poi termina in rete. Al 68’ autentico miracolo del numero uno bianconero che respinge di puro istinto la conclusione di Lukaku dal limite dell’area di porta. Sulla respinta ci prova al volo Vecino ma finisce a lato. Al 70’ il direttore di gara decreta un calcio di rigore in favore dell’Inter per il fallo di Musso in uscita su Sanchez. Sul dischetto si presenta Lukaku che realizza per il raddoppio nerazzurro. Al 82’ Lasagna ruba palla sulla trequarti avversaria e si invola verso la porta. Lo scatto è bruciante ma una volta a tu per tu con Padelli si fa ipnotizzare e la conclusione si spegne sul fondo. Al minuto numero 86 è ancora il capitano bianconero a provarci con un sinistro al volo dal cuore dell’area di rigore. La sfera termina a lato per una questione di centimetri. Al 92′ l’ultima occasione è per Mandragora che dall’interno dell’area di rigore scaglia di prima intenzione il suo sinistro verso la porta di Padelli. Pallone alto sopra la traversa. Sconfitta per gli uomini di Gotti, il cui prossimo incontro è in programma per le 15 di domenica prossima allo Stadio Rigamonti di Brescia.

Sostieni Diario FVG

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Diario FVG lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Per questo Diario FVG ha ancora più bisogno di te e del tuo sostegno: basta anche un piccolo contributo per aiutarci a superare la grave crisi che ha colpito l'economia italiana e il conseguente crollo della raccolta pubblicitaria. Grazie!

PayPal
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie