Seguici su

Cronaca

Pignarûl Grant: il 2020 sarà positivo ma si dovrà lavorare sodo

Il responso del vecchio venerando dal falò di Coia

Pubblicato

on

TARCENTO – Il 2020 sarà un anno positivo, ma bisognerà lavorare. E’ questo il responso arrivato dal vecchio venerando, che come al solito, il giorno dell’Epifania, ha interpretato il fumo levatosi dal Pignarûl Grant di Coia. «Una mano sul cuore e una sul badile, per affrontare un anno che sarà positivo ma durante il quale dovremo darci da fare come, da friulani, siamo abituati a fare». Questo il responso del venerando.

Come al solito migliaia le persone giunte sul colle per assistere a uno degli eventi clou dell’Epifania friulana, con il fumo del grande falò che si è diretto a est. Grande lo spettacolo offerto dal Pignarûl, con le fiamme che hanno divorato in breve tempo tutte le sterpaglie ammucchiate pazientemente dai volontari negli ultimi mesi.

«Il vaticinio del Vecchio Venerando – ha commentato il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, che ha assistito all’evento conclusivo dell’Epifania tarcentina – rispecchia la situazione che stiamo vivendo qui e nel mondo, in questo momento di tensioni internazionali, cruciale per l’ambiente, difficile sul fronte economico e occupazionale. Per la nostra regione – ha aggiunto Zanin – sarà un anno importante nel corso del quale dovremo confermare il grosso investimento fatto nei primi diciotto mesi della legislatura a favore delle famiglie e della comunità regionale, immaginando una politica di lunga prospettiva tesa a vincere le due sfide principali rappresentate dal calo demografico e dall’emergenza lavoro».

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Commenti recenti

informazioni pubblicitarie