Seguici su

Cronaca

Risarcimento per amianto: 406 mila euro alla famiglia di un ex operaio della Ferriera di Trieste

Si tratta, come ricorda il quotidiano Il Piccolo, della prima sentenza civile a favore di un ex dipendente dello stabilimento siderurgico

Pubblicato

on

Ferriera di Servola

TRIESTE – La famiglia di un operaio di 76 anni morto per un mesotelioma pleurico riconducibile all’amianto, dopo avere lavorato alla Ferriera di Servola (Trieste) dal 1963 al 1967 (allora di proprietà dell’Italsider) riceverà un risarcimento di 406 mila euro. Lo ha deciso il giudice del lavoro di Trieste, Silvia Burelli. Si tratta, come ricorda il quotidiano Il Piccolo, della prima sentenza civile a favore di un ex dipendente dello stabilimento siderurgico.

Pagheranno Sirti Spa e Regione FVG

La vittima, dopo gli anni trascorsi in Ferriera, aveva anche lavorato come addetto alle centrali termiche degli dell’Ente Ospedali Riuniti. Secondo quanto stabilito dal giudice a pagare la somma saranno Sirti spa – considerata «erede» di Italsider – e la Regione Friuli Venezia Giulia, chiamata a rispondere per i debiti della Usl 1 (Unità Sanitaria locale) che era stata soppressa e che era a sua volta subentrata all’Ente Ospedali Riuniti.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

informazioni pubblicitarie
informazioni pubblicitarie

Facebook

informazioni pubblicitarie